Un sentito ringraziamento a Gilberto Mosconi de “Il Resto del Carlino” e al team di “Forlì24ore” per aver condiviso articoli che raccontano la prima edizione di Passaggi di Primavera. È con grande gioia che constatiamo il Sold Out dell’evento e non vediamo l’ora di vivere le emozioni della giornata di domani… Ci vediamo presto!

🌸 Passaggi di Primavera 2024 🚴‍♂️🥾🌿

Siamo entusiasti di annunciare il nostro nuovo evento che non vediamo l’ora di condividere con voi! Preparatevi per un’avventura unica: un mix perfetto di trekking ed e-biking enogastronomico immerso nei colori e nei profumi della stagione più bella.

Partiremo dal suggestivo scenario dei laghi del Comero a San Piero in Bagno per esplorare la natura rigogliosa della Valle del Savio. Ma questa volta, niente rifugi – siamo pronti a esplorare nuovi territori!

Avremo due percorsi mozzafiato: uno di circa 13 km per gli amanti del trekking e uno di 30 km per gli esperti delle ebike. Entrambi ci condurranno attraverso i meravigliosi panorami del Monte Comero, mentre assaporeremo i sapori genuini della zona.

Ci troveremo all’Alto Savio Camping per salire allo Chalet del Lago di Acquapartita, passando per il Ristorante Dalla Fernanda al Lago Pontini fino al Ristorante Il Lago Lungo, sarà un’esperienza molto divertente. E dopo, per concludere in bellezza, rientreremo al Campeggio per goderci il concerto del nostro amico Vanni, insieme ai Saint Tropez Motel! Tutte le tappe culinarie saranno accompagnate dal vino della Tenuta Santa Lucia di Mercato Saraceno.

E se vorrete prolungare questa magica giornata, potrete prenotare un posto per la tenda direttamente al campeggio e dormire sotto le stelle.

Non lasciatevi sfuggire questa straordinaria avventura primaverile! 🌟

Un ringraziamento speciale al Resto del Carlino di Cesena e a Gilberto Mosconi per aver condiviso il successo della nostra splendida Veglia di San Giuseppe in questo articolo!

È stato un weekend memorabile, in cui abbiamo rivissuto le tradizionali veglie di un tempo.

I chilometri percorsi a piedi, che un tempo erano consuetudine (noi abbiamo optato per un trekking, mentre loro raggiungevano le case a piedi), sono stati parte integrante dell’esperienza. E che dire del buon vino e del cibo delizioso che avete portato da casa? Senza dubbio, la principale differenza rispetto al passato è l’abbondanza di cibo che abbiamo oggi, un lusso di cui spesso ci dimentichiamo.