Altre pagine del 2021 del nostro libro degli ospiti descrivono come ci si sente a Trappisa 📖

È il nostro TripAdvisor dove ognuno può lasciare un pensiero, un saluto, un consiglio, insomma un segno del proprio passaggio 😎

Alcune immagini raccontano la due giorni di trekking immersi nel Parco delle Foreste Casentinesi e veglia a Trappisa di Sotto. 🏡

Sabato, accompagnati dalle guide AIGAE Gaia Fabbri e Emiliano Conficoni, abbiamo camminato per oltre 13 km su antichi sentieri facendo rivivere luoghi e personaggi di Palaino Ripa Stretta, I Fondi…fino a salire fin su a Casanova dell’Alpe. 🏘

Qui abbiamo fatto merenda e, grazie a Stefano Fagioli, abbiamo potuto visitare gli interni della chiesa. Siamo scesi poi al Trogo e alle Cortine di Sotto, ora B&B la Confluenza, dove ringraziamo Mauro per l’ospitalità e il Duo Baguette per la musica che insieme al vin brulè ci ha riscaldato. 🎼

Verso sera siamo risaliti a Trappisa dove è cominciata la festa ed il tempo sembrava essersi fermato, qui il telefono non prende e senza le distrazioni dei bip e dei social ognuno ha potuto godere di ogni momento per assaporare cibi condivisi, buon vino, raccontare, ascoltare conoscersi, brindare, c’è stato tempo per giocarsi l’onore a marafona o a calcio balilla, suonare e ballare davanti al camino… 🍷

Solo quando è salita una luna quasi fatta e la notte è diventata chiara abbiamo capito che bisognava riposarsi per affrontare il cammino del giorno seguente. 🌖

La domenica abbiamo infatti percorso altri 11 chilometri, accompagnati dalla Guida AIGAE Emiliano Conficoni, siamo saliti a Monte Marino, Monte Pezzolo per poi discendere fino a Poggio alla Lastra per gustare la cucina tipica e genuina delle Case di Sotto. 🍽

Corriere Romagna Valle del Savio - Resto del Carlino

Un piccolo articolo nel Il Resto del Carlino parla delle escursioni di sabato e domenica. Anche il Corriere di Romagna riporta la notizia!

Grazie ai due giornali, vi aspettiamo domani!

𝐂𝐨𝐥𝐥𝐚𝐛𝐨𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐭𝐫𝐚 𝐓𝐫𝐚𝐩𝐩𝐢𝐬𝐚 𝐞 𝐏𝐞𝐫𝐨𝐦𝐚𝐭𝐭𝐨

L’idea di creare una collaborazione tra due realtà apparentemente differenti è avvenuta in maniera spontanea. Trappisa di Sotto e Peromatto sono uniti dall’amore per la natura, il territorio; dalla riscoperta ed il rispetto di antiche usanze, tradizioni e mestieri. Insomma da ciò è nato uno zainetto e una sacca entrambi in tela personalizzata da un disegno ed il logo del rifugio. Il tessuto è organico e il colore naturale creato con tre semplici ingredienti: aceto, farina e ruggine di ferro.

« Oh bischeri! prendiamo le carte e facciamoci una briscola! Domani è San Giuseppe e neve o non neve si va giù al Poggio in festa! Franco vai a prendere il vino, di quello buono, che non sia mai detto che in casa nostra l’inverno finisca in tristezza! »

Nel libro “L’Ultimo Lupo di Stabatenza” con queste frasi il padrone di Cà della Vigna cercava di scuotere gli ultimi abitanti dalla tristezza dovuta all’imminente esodo di queste valli che nel 1958 era ormai alle porte. 🏡

Esattamente come allora anche noi esortiamo a non finire l’inverno in tristezza tra notizie sulla pandemia e sulla guerra in Ucraina e a venire alla Veglia di San Giuseppe a Trappisa e a Poggio. Di seguito i dettagli, parte dell’incasso sarà devoluto alla guerra in Ucraina 🇺🇦.

Queste pagine vanno da autunno 2020 a gennaio 2021, dai colori accesi dell’autunno al bianco della neve…🏡

Come ogni rifugio che si rispetti anche a Trappisa c’è il libro degli ospiti 📖

È il nostro TripAdvisor dove ognuno può lasciare un pensiero, un saluto, un consiglio, insomma un segno del proprio passaggio 😎

Come ogni rifugio che si rispetti anche a Trappisa c’è il libro degli ospiti 📖

È il nostro TripAdvisor dove ognuno può lasciare un pensiero, un saluto, un consiglio, insomma un segno del proprio passaggio 😎

Queste sono le prime pagine del quaderno, il rifugio era stato da poco inaugurato…🏡

Due lupi al rifugio Trappisa di Sotto ripresi dalla telecamera. In fondo se ne vede un terzo ma scapperà a gambe levate.

Grazie al Corriere Romagna che parla di noi e riporta gli sforzi degli ultimi mesi per il rifacimento dei servizi che saranno a disposizione di tutti 🗞🏡🦌

Il rifugio Trappisa di Sotto è in continua evoluzione. Da quando abbiamo aperto la sua porta per la prima volta, attraversando grovigli di ragnatele, abbiamo lavorato duramente per rimetterlo “in sesto” e i pavimenti da neri sono ritornati color legno. 🏚

Allo stesso modo, i muri anneriti dal fumo e dal tempo ora sono finalmente bianchi, la muffa è solo un ricordo e l’acqua che al piano terra arrivava alle caviglie si è asciugata una volta per tutte. 🧹🧽

E c’è un altro aggiornamento di cui andiamo fieri: abbiamo da poco rinnovato completamente anche i servizi. Grazie alle competenze di Daniele, il nostro socio ingegnere, abbiamo compilato le carte per usufruire di un bonus ristrutturazione dandogli nuova vita. 👷🏻‍♂️

Entrando nel bagno ora non si calpestano più piastrelle rotte o macchiate ma ceramiche completamente nuove; l’acqua scorre meglio nei tubi senza più intasarsi e senza i rumori del tempo. 🚿

Con queste migliorie ci auguriamo, dunque, di allungare ulteriormente la longeva storia della nostra casa, che è la casa di tutti. 🏡