Trappisa è a 500 metri sul livello del mare, di neve ne fa poca e si scioglie presto. ❄️
Come anno scorso salimmo alla Burraia per trovarne un po’, quest’anno siamo andati a cercarla a un’ora e mezza di auto circa dal rifugio, intorno al Monte Fumaiolo (1407 m) 🗻
Lo spettacolo è stato decisamente avvincente come si può vedere dalle foto 📸

Ringraziamo Lucia Caselli, giornalista e appassionata di storia locale, che ha deciso di raccontare l’Ermo Novo nel nostro Blog. Si ripercorrono fatti realmente accaduti e documentati che hanno caratterizzato questo antichissimo luogo all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, accompagnati da qualche immagine dell’attuale rudere raggiungibile a piedi in escursione o in bicicletta.

Un luogo a cui siamo molto affezionati, come tantissima gente di queste zone, è sicuramente la Rondinaia. Con la sua chiesetta e le rovine della rocca. Da qui si può contemplare un suggestivo panorama sulla valle di Santa Sofia anche se siamo nel Comune di Bagno di Romagna. Se soggiornate a Trappisa di Sotto si può giungere a piedi o in mountain bike percorrendo i tortuosi sentieri indicati nelle mappe del luogo. La storia della Rondinaia è molto antica e la sua leggenda sicuramente affascinate, la riportiamo in questo articolo.

Nei pressi del passo del Carnaio non distante dal monumento che ricorda le vittime dell’eccidio nazifascista, vi è una strada prima asfaltata quindi sterrata che in lieve discesa, a mezza costa su terreno arido e sassoso dopo qualche chilometro raggiunge il piccolo cimitero e quindi i ruderi della chiesa di Rio Petroso, orfani anche del campanile a vela che ha ceduto alle ingiurie del tempo ed è rovinato oltre dieci anni fa.

La parrocchia di Casanova dell’Alpe, dall’alto dei suoi 1000 metri di quota, domina sulla valle del Bidente di Pietrapazza e su quella del Bidente di Ridracoli, ed è la frazione più elevata del Comune di Bagno di Romagna. Articolo a cura di Davide Prati.

La parrocchia di Casanova dell’Alpe, dall’alto dei suoi 1000 metri di quota, domina sulla valle del Bidente di Pietrapazza e su quella del Bidente di Ridracoli, ed è la frazione più elevata del Comune di Bagno di Romagna. Articolo a cura di Davide Prati.